Skip to main content

RENTRI: definite le modalità operative per la trasmissione dei dati

Con il RENTRI cambiano le procedure per la tracciabilità dei rifiuti. Pierpaolo Masciocchi ripercorre passo passo le modalità operative per la trasmissione dei dati, le modalità di accesso e di iscrizione da parte degli operatori, i requisiti informatici per garantire l’interoperabilità e le modalità di funzionamento degli strumenti di supporto.

È stato pubblicato sul sito www.rentri.gov.it il Decreto Direttoriale n. 143 del 6 novembre 2023, che definisce le modalità operative per la trasmissione dei dati al RENTRI, le modalità di accesso e di iscrizione da parte degli operatori, i requisiti informatici per garantire l’interoperabilità e le modalità di funzionamento degli strumenti di supporto messi a disposizione degli operatori. La necessità di predisporre specifiche modalità operative è prevista dall’articolo 21, comma 1, lettere a), b), c) e g) del Decreto del Ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica 4 aprile 2023, n. 59 che dispongono, appunto, che la Direzione generale competente del Ministero dell’ambiente, sentito l’Albo nazionale gestori ambientali, debba definire, con uno o più decreti direttoriali: 

  • le modalità operative per assicurare la trasmissione dei dati al RENTRI ed il suo funzionamento, di cui al comma 1, lettera a); 
  • Le istruzioni per l’accesso e l’iscrizione al RENTRI da parte degli operatori, di cui al comma 1, lettera b); 
  • I requisiti informatici per garantire l’interoperabilità del Registro elettronico nazionale con i sistemi adottati dagli operatori, di cui al comma 1, lettera c); 
  • Le modalità di funzionamento degli strumenti di supporto e dei servizi messi a disposizione degli operatori per l’assolvimento degli adempimenti previsti, di cui alla lettera g). 

Le Modalità operative contenute nel provvedimento in commento sono presentate in 18 schede e per ognuna di esse è stato individuato il soggetto destinatario ed articolate nei seguenti raggruppamenti. 

Si riportano, in sintesi, i contenuti delle 18 schede così come presentati nelle premesse del decreto. 

 

Modalità operative per l’iscrizione al RENTRI da parte degli operatori (modalità 1-3) 

  • La Modalità operativa “Iscrizione al RENTRI” è richiamata all’art. 12, comma 2 del D.M. 4 aprile 2023, n. 59 e illustra le procedure da seguire per effettuare l’iscrizione al RENTRI. Le stesse procedure di iscrizione valgono per i soggetti delegati di cui all’art. 18, comma 1 del D.M. 4 aprile 2023, n. 59. 
  • La Modalità operativa “Inserimento dei dati delle autorizzazioni” è richiamata all’art. 12, comma 4 del D.M. 4 aprile 2023, n. 59 e illustra le procedure che i soggetti, che svolgono attività di trattamento dei rifiuti , devono seguire per inserire le informazioni richieste nella sezione anagrafica al momento dell’iscrizione al RENTRI. 
  • La Modalità operativa “Iscrizione alla sezione speciale e gestione delle deleghe” è richiamata all’art. 18, comma 4 del D.M. 4 aprile 2023, n. 59 e illustra le procedure che i soggetti delegati devono seguire per la gestione delle deleghe dei produttori iniziali di rifiuti. 

 

Modalità operative per la gestione del registro cronologico di carico e scarico e del formulario di identificazione del rifiuto (di seguito FIR) in formato cartaceo (modalità 4-7) 

  • La Modalità operativa “Stampa di un format esemplare di Registro cronologico di carico e scarico” illustra, con riferimento all’articolo 4, comma 3, lettera a) del D.M. 4 aprile 2023, n. 59, le procedure per stampare il format esemplare di registro cronologico di carico e scarico, reso disponibile mediante il portale www.rentri.gov.it, ai fini della tenuta in modalità cartacea. La Modalità operativa è rivolta ai produttori di rifiuti che devono utilizzare, prima dell’iscrizione al RENTRI, il registro cronologico di carico e scarico in formato cartaceo. 
  • La Modalità operativa “Vidimazione digitale del FIR cartaceo tramite interoperabilità con sistemi gestionali” illustra le procedure da seguire per vidimare digitalmente i FIR cartacei da parte degli operatori che utilizzano i propri sistemi gestionali. La Modalità operativa è rivolta alle strutture tecniche informatiche di cui gli operatori si avvalgono. 
  • La Modalità operativa “Emissione e vidimazione digitale del FIR cartaceo” illustra le procedure da seguire per produrre e vidimare digitalmente i FIR in modalità cartacea da parte degli operatori che non dispongono di sistemi gestionali. 
  • La Modalità operativa “Trasmissione della copia del FIR cartaceo (chiusura del ciclo di vita del formulario)” è richiamata all’art. 6, comma 5, lettera c) del D.M. 4 aprile 2023, n. 59 ed illustra i servizi resi disponibili dalla piattaforma telematica RENTRI per la trasmissione della copia del FIR in formato cartaceo da parte dei trasportatori verso i soggetti intervenuti nella movimentazione del rifiuto. La Modalità operativa è rivolta anche alle strutture tecniche informatiche di cui gli operatori si avvalgono. 

 

Modalità operative per la tenuta del registro cronologico di carico e scarico e del FIR mediante sistemi gestionali (modalità 8-10) 

  • La Modalità operativa “Vidimazione digitale del Registro cronologico di carico e scarico” illustra le procedure da seguire per vidimare digitalmente i registri cronologici di carico e scarico tenuti in modalità digitale da parte degli operatori che utilizzano un proprio sistema gestionale. La Modalità operativa è rivolta principalmente alle strutture tecniche informatiche di cui gli operatori si avvalgono. 
  • La Modalità operativa “Emissione e gestione in formato digitale del FIR” è richiamata all’art. 7, comma 8 del D.M. 4 aprile 2023, n. 59 ed illustra le funzionalità messe a disposizione dalla piattaforma telematica RENTRI per la gestione del FIR per gli operatori che si avvalgono di sistemi gestionali interoperabili con la piattaforma telematica RENTRI. La Modalità operativa è rivolta principalmente alle strutture tecniche informatiche di cui gli operatori si avvalgono. 
  • La Modalità operativa “Vidimazione del FIR digitale tramite interoperabilità con sistemi gestionali” illustra le procedure da seguire per la vidimazione del FIR digitale da parte degli operatori che si avvalgono di sistemi gestionali interoperabili con la piattaforma telematica RENTRI. La Modalità operativa è rivolta principalmente alle strutture tecniche informatiche di cui gli operatori si avvalgono. 

 

Modalità operative per la trasmissione dei dati del registro cronologico di carico e scarico e del FIR mediante interoperabilità (modalità 11-12) 

  • La Modalità operativa “Trasmissione dei dati del registro cronologico di carico e scarico mediante interoperabilità” è richiamata all’art. 15, comma 1 del D.M. 4 aprile 2023, n. 59 ed illustra le procedure da seguire per la trasmissione dei dati dei registri cronologici di carico e scarico al RENTRI, da parte degli operatori che utilizzano i propri sistemi gestionali e dei soggetti delegati di cui all’art. 18 del D.M. 4 aprile 2023, n. 59. La Modalità operativa è rivolta principalmente alle strutture tecniche informatiche di cui gli operatori si avvalgono. 
  • La Modalità operativa “Trasmissione dei dati del FIR mediante interoperabilità” è richiamata all’art. 15, comma 3 del D.M. 4 aprile 2023, n. 59 ed illustra le modalità per la trasmissione dei dati del FIR al RENTRI da parte degli operatori che utilizzano i propri sistemi gestionali e dei soggetti delegati di cui all’art. 18 del D.M. 4 aprile 2023, n. 59. La Modalità operativa è rivolta principalmente alle strutture tecniche informatiche di cui gli operatori si avvalgono. 

 

Modalità operative per la tenuta del registro cronologico di carico e scarico e del FIR e per la trasmissione dei dati mediante servizi di supporto (modalità 13-15) 

  • La Modalità operativa “Servizio di supporto per l’assolvimento degli obblighi relativi all’utilizzo del FIR in modalità digitale in condizione di mobilità“ illustra le modalità di fruizione del servizio che consente agli operatori, che non dispongono di sistemi gestionali interoperabili con la piattaforma telematica RENTRI e che non si avvalgono di soggetti delegati di cui all’art. 18 del D.M. 4 aprile 2023, n. 59, di svolgere, in condizione di mobilità, le operazioni necessarie per l’emissione del FIR digitale, della vidimazione, dell’integrazione dei dati nelle diverse fasi della movimentazione del rifiuto nonché della trasmissione al RENTRI dei dati contenuti nel FIR. 
  • La Modalità operativa “Servizio di supporto per l’assolvimento degli obblighi relativi all’emissione del FIR in modalità digitale” illustra le modalità di fruizione del servizio che consente agli operatori, che non dispongono di sistemi gestionali interoperabili con la piattaforma telematica RENTRI e che non si avvalgono di soggetti delegati di cui all’art. 18 del D.M. 4 aprile 2023, n. 59, di svolgere le operazioni necessarie per l’emissione del FIR digitale, della vidimazione, dell’integrazione dei dati nelle diverse fasi della movimentazione del rifiuto nonché della trasmissione al RENTRI dei dati contenuti nel FIR. 
  • La Modalità operativa “Servizio di supporto per l’assolvimento degli obblighi relativi alla trasmissione dei dati del registro cronologico di carico e scarico” illustra la modalità di fruizione del servizio che consente agli operatori, che non dispongono di sistemi gestionali interoperabili con la piattaforma telematica RENTRI e che non si avvalgono di soggetti delegati di cui all’art. 18 del D.M. 4 aprile 2023, n. 59, di svolgere le operazioni necessarie ai fini della trasmissione dei dati del registro cronologico di carico e scarico al RENTRI, assolvendo contestualmente agli obblighi di vidimazione e compilazione dello stesso registro. 

 

Requisiti e specifiche tecniche (modalità 16-18) 

  • La Modalità operativa “Servizio di supporto per l’utilizzo degli strumenti di identità e autenticazione e sottoscrizione” illustra le modalità di fruizione del servizio che fornisce agli operatori un insieme di strumenti per l’utilizzo di certificati digitali di tipo “sigillo elettronico” per l’applicazione della firma digitale in modalità remota. Attraverso l’utilizzo di tali certificati è possibile, tra l’altro, sottoscrivere i FIR in formato digitale e comunicare con il RENTRI, nel rispetto delle regole tecniche definite da AgID per l’interoperabilità applicativa da e verso le P.A. Il servizio di supporto è rivolto agli operatori iscritti al RENTRI ed ai soggetti delegati di cui all’art. 18 del D.M. 4 aprile 2023, n.59, con particolare riferimento alle strutture tecniche informatiche di cui si avvalgono. 
  • La Modalità operativa è relativa alle “Specifiche tecniche”, richiamate dall’art. 8 del D.M. 4 aprile 2023, n. 59, che illustrano le regole tecniche per la tenuta in formato digitale dei registri cronologici di carico e scarico e dei FIR e rappresentano il riferimento per chiunque, anche non iscritto al RENTRI, intenda digitalizzare l’emissione dei FIR. La Modalità operativa è rivolta alle strutture tecniche informatiche di cui gli operatori si avvalgono. 
  • La Modalità operativa è relativa ai “Requisiti per l’interoperabilità applicativa dei sistemi gestionali degli operatori” richiamati dall’art. 21, comma 1, lettera c) del D.M. 4 aprile 2023, n. 59 e forniscono, agli operatori ed alle strutture tecniche informatiche di cui si avvalgono per lo sviluppo dei sistemi gestionali, i requisiti minimi necessari per consentire il collegamento applicativo tra il sistema gestionale dell’operatore e la piattaforma telematica RENTRI. La Modalità operativa è rivolta alle strutture tecniche informatiche di cui gli operatori si avvalgono. 

di Pierpaolo Masciocchi | Sole24ore Professionale