Skip to main content

RAEE fotovoltaici, dal Gse le nuove istruzioni per la gestione fine vita

Il Gestore dei Servizi Energetici (Gse) ha pubblicato la nuova versione aggiornata delle «Istruzioni Operative per la gestione del fine vita dei pannelli fotovoltaici degli impianti incentivati in Conto Energia”, destinate a tutti i soggetti che sono responsabili gestire i RAEE fotovoltaici o di garantirne la corretta gestione. Nell’articolo di Mauro Calabrese tutti i dettagli.

Nuove istruzioni operative per i Soggetti Responsabili a garanzia della corretta e totale gestione del fine vita dei RAEE fotovoltaici originati da pannelli incentivati dal Conto Energia, fornendo chiarimenti sulla normativa di settore e le opportunità del mercato del recupero e riciclo, con obbligo per l’adesione al Sistema Collettivo entro il 30 giugno 2024.

 

Istruzioni Gse

Il Gestore dei Servizi Energetici (Gse) ha pubblicato online il 26 ottobre 2023, sul proprio portale istituzionale, la nuova versione aggiornata «Istruzioni Operative per la gestione del fine vita dei pannelli fotovoltaici degli impianti incentivati in Conto Energia», previste ai sensi dell’articolo 40 del Dlgs n. 49 del 2014 di «Attuazione della Direttiva 2012/19/Ue sui Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE)».

Il documento, in particolare, recepisce le novità normative introdotto dal Decreto Legge n. 13 del 2023 (convertito in Legge n. 41 del 2023) recante «Disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e del Piano Nazionale degli Investimenti Complementari al PNRR (PNC), nonché per l’attuazione delle politiche di coesione e della politica agricola comune», che all’articolo 49 ha previsto la possibilità di rateizzare in cinque anni la quota da versare al Sistema Collettivo, come previsto in caso di adesione ai sensi del Dlgs n. 118 del 2020.

 

Guida RAEE Fotovoltaici

La guida aggiorna le procedure e le modalità operative di certificazione dell’avvenuto trattamento e smaltimento dei pannelli fotovoltaici domestici e professionali, ai sensi della normativa vigente, compresi i casi particolari, oltre a individuare gli adempimenti tecnico-amministrativi del Gse a garanzia della totale gestione dei RAEE Fotovoltaici attraverso individuazione della quota della tariffa di incentivazione trattenuta a copertura dei costi di gestione, relativamente ai pannelli incentivati nell’ambito del Conto Energia, dal Primo a Quinto meccanismo. Sono individuate le modalità operative di gestione e di certificazione dell’avvenuto trattamento per i RAEE Fotovoltaici «domestici», ovvero tutti i rifiuti provenienti dai nuclei domestici, originati da pannelli fotovoltaici installati in impianti di potenza nominale inferiore a 10 kW, e per i RAEE Fotovoltaici «professionali», tutti quelli derivanti da pannelli fotovoltaici installati in impianti di potenza nominale superiore o uguale a 10 kW.

 

Responsabilità gestori

La normativa di settore prevede la responsabilità della gestione dei rifiuti del produttore iniziale o il detentore dei rifiuti, cd «Soggetto Responsabile» in caso di pannelli fotovoltaici installati in impianti incentivati ai sensi del Conto Energia che provvedono direttamente al loro trattamento oppure li consegnano a un intermediario, a un commerciante, a un ente, a un’impresa che effettua le operazioni di trattamento dei rifiuti o a un soggetto pubblico o privato addetto alla raccolta e al trattamento dei rifiuti.

Per i pannelli incentivati dal Conto Energia, il Gse provvedere a trattenere direttamente una quota dagli incentivi, così da assicurare la copertura dei costi di gestione dei rifiuti prodotti da tali pannelli e il finanziamento delle operazioni di raccolta, trasporto, trattamento adeguato, recupero e smaltimento ambientalmente compatibile dei pannelli a fine vita, somma che viene restituita al Soggetto Responsabile una volta accertato il corretto adempimento degli obblighi di gestione.

 

Quote di garanzia

In un’ottica di maggiore trasparenza, il Gse ha comunicato di aver provveduto alla definizione di un’apposita sezione del portale istituzionale dedicata alle principali informazioni sull’ammontare delle quote a garanzia in corso di trattenimento, finalizzate ad assicurare la copertura dei costi di gestione dei RAEE derivanti dagli impianti fotovoltaici incentivati in Conto Energia. Attualmente, in base ai criteri di mercato e sulla base dei costi di gestione, la quota trattenuta per la completa gestione a fine vita dei moduli fotovoltaici a fine vita è pari a 10 euro per ogni singolo pannello fotovoltaico, di qualunque tipologia e i Soggetti Responsabili che sceglieranno di aderire a un Sistema Collettivo saranno tenuti ad adeguare la garanzia finanziaria già versata dal produttore dei moduli fotovoltaici al medesimo importo della trattenuta stabilita dal Gse, attestando il versamento secondo le apposite procedure previste.

 

Trust a garanzia

Ai sensi del Dlgs n. 118 del 2020, come alternativa alla quota trattenuta, in caso di opzione a favore di uno dei Sistemi Collettivi di gestione riconosciuti e qualificati ai sensi della normativa vigente, i Soggetti Responsabili possono prestare la richiesta garanzia finanziaria, prevista nel disciplinare tecnico del Gse per ognuno dei pannelli incentivati, direttamente nell’apposito «trust» del Sistema Collettivo, garanzia che, alla luce della novella legislativa del Dl n. 13 del 2023, potrà essere versata nel periodo massimo di cinque anni dalla data di sottoscrizione del relativo contratto, ricordando appositamente il Gse che il termine ultimo per comunicare l’adesione a uno dei Sistemi Collettivi scade il 30 giugno 2024. In mancanza di adesione a un Sistema Collettivo, sarà il Gse ha provvedere direttamente al trattenimento delle quote a garanzia secondo le modalità indicate nelle Istruzioni Operative, approvate con Decreto Direttoriale DG Economia circolare n. 54 dell’8 agosto 2022, comunicando il Gestore di aver riavviato le attività propedeutiche per il trattenimento delle quote a garanzia previste, secondo il prospetto degli importi economici relativi agli impianti di interesse, disponibile nella specifica sezione del portale «Gestione componenti di impianto  e quote RAEE».

 

Casi particolari

La guida individua le operazioni di trattamento e smaltimento in casi particolari, come nel caso di spedizione transfrontaliera e operazioni svolte al di fuori del territorio nazionale, ovvero in caso di sottoscrizione da parte del Soggetto Responsabile di contratti del tipo «Operation and Maintenance», cd «O&M Contract», con appaltatori che gestiscono i RAEE come detentori del rifiuti, nonché per le attività di stoccaggio preliminare alle operazioni di recupero o smaltimento.

 

Adempimenti e procedure

Le Istruzioni Operative descrivono, quindi, puntualmente gli adempimenti a carico del Gse, le procedure e le modalità operative per la definizione dell’ammontare delle quote trattenute e le concrete modalità con cui vengono trattenute dalle tariffe incentivanti, distinte per i pannelli domestici e quelli professionali. Chiariti gli obblighi di comunicazione e verifica del rispetto degli obblighi di fine vita una volta dismessi i pannelli incentivati, al fine della restituzione delle quote trattenute dal Gestore.

 

Revamping

Confermate le istruzioni in caso di cd «revamping totale» degli impianti, ovvero in caso di sostituzione integrale dei moduli fotovoltaici, con esclusione della trattenuta delle quote a fronte della prova del corretto smaltimento dei moduli, mentre in caso in cui il revamping sia «parziale», che interessi almeno metà dei pannelli, il Gse provvederà a trattenere solo la metà della quota dovuta prevista per i moduli installati al momento di entrata in esercizio dell’impianto, nel rispetto delle specifiche condizioni previste.

 

Confronto tecnico

La guida contiene, infine, i modelli di dichiarazione di avvenuta consegna dei RAEE e di dichiarazione di partecipazione a un Sistema Collettivo, con le relative istruzioni di comunicazione formale al Gse, sottolineando il Gestore l’avvio di una fase di confronto tecnico specialistico sull’implementazione della disciplina dei RAEE derivanti dai pannelli fotovoltaici con i principali attori del Sistema e con le altre istituzioni nazionali preposte a questa attività per favorire uno scambio di dati e informazioni nell’interesse del Paese e promuovere un aggiornamento del quadro normativo di riferimento.

di Mauro Calabrese | Sole24ore Professionale