Skip to main content

Reinvest: il contributo alla riconversione

ECOPED, consorzio che riunisce oltre 750 produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche, ha lanciato un fondo destinato ai suoi soci che sostiene la ricerca industriale e lo sviluppo di soluzioni innovative per l’economia circolare.

Oltre il Green significa anche sostenere concretamente ogni sforzo di innovazione messo in campo dalle imprese per l’economia circolare.

ECOPED, consorzio che riunisce oltre 750 produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche con market share di rilievo nei rispettivi settori, ha lanciato REINVEST: un fondo destinato ai suoi soci che sostiene la ricerca industriale e lo sviluppo di soluzioni tecniche, gestionali e organizzative, anche in via sperimentale, finalizzati alla realizzazione o al miglioramento dei prodotti sotto il profilo ambientale, dei processi di approvvigionamento dei materiali e della gestione dei rifiuti e sottoprodotti derivanti dalla produzione e dal fine vita dei beni.

A essere finanziati saranno i Progetti coerenti con le attività Eco-Compatibili come definite nel Regolamento UE 2020/852:

  1. interventi, sviluppo e produzione di dispositivi e macchinari per la riduzione dell’uso di materie prime primarie nei cicli produttivi;
  2. sviluppo di processi di riutilizzo e/o riciclaggio di materie prime secondarie di elevata qualità nei processi produttivi, anche attraverso un riciclaggio di alta qualità dei rifiuti;
  3. interventi per aumentare la durabilità, riparabilità, riutilizzabilità dei prodotti e dei loro componenti e imballaggi, in particolare nelle attività di progettazione (eco-design);
  4. interventi per aumentare la riciclabilità dei prodotti, compresa quella dei singoli materiali ivi contenuti e degli imballaggi, anche sostituendo o riducendo l’impiego di prodotti e materiali non riciclabili, in particolare nelle attività di progettazione (ecodesign);
  5. interventi per aumentare la preparazione al riutilizzo e riciclo dei rifiuti derivanti dal fine vita dei prodotti, loro componenti e imballaggi;
  6. interventi volti alla prevenzione della produzione dei rifiuti o alla riduzione dei volumi di rifiuti destinati allo smaltimento in discarica, promuovendo il recupero e la riqualificazione di materie prime e secondarie in ottica di riduzione dei rifiuti da smaltire;
  7. interventi per prolungare l’uso dei prodotti, loro componenti o imballaggi, anche attraverso il riutilizzo, la progettazione per la longevità, il cambio di destinazione, lo smontaggio, la ri-fabbricazione, la possibilità di miglioramento, la riparazione, la condivisione dei prodotti e il passaggio a modelli distributivi diversi (es. prodotto come servizio);
  8. produzione di componenti per i progetti sopra elencati e/o attività di ricerca e sviluppo (R&D) con ragionevoli prospettive di commercializzazione in relazione agli stessi.

Il contributo è concesso sotto forma di versamento a fondo perduto nella misura dell’80% delle Spese Ammesse, che includono:

  • acquisto e installazione di reti, impianti, apparecchiature, strumenti e materiali necessari alla realizzazione del progetto, ivi compresi software applicativi;
  • acquisto di sottoprodotti o materiali end of waste per l’utilizzo sperimentale nei cicli produttivi in progetti pilota;
  • servizi di consulenza e assistenza tecnico-specialistica;
  • spese preparatorie per studi preliminari e di fattibilità quali ad esempio: studi preliminari, analisi ambientali iniziali, valutazioni di impatto ambientale, autorizzazioni ambientali, rilievi, accertamenti e analisi di laboratorio, progettazione tecnica ed economico-finanziaria.

Per avere maggiori informazioni è sufficiente scrivere a consorzio.ecoped@pec.it oppure chiamare al 02.66.26.70.01

Safe – Hub Italiano dei Consorzi per le Economie Circolari